News

16a giornata: La Soccer Lagonegro è "Campione d'Inverno"

Con 90’ di anticipo, la Soccer Lagonegro si è laureata “Campione d’Inverno”. Il “titolo” non è riconosciuto e alla fine non porta nessun vantaggio alla squadra che lo vince. Storicamente però, chi se lo aggiudica, ha anche ottime probabilità di trovarsi lì anche alla fine della stagione. La Soccer Lagonegro se lo aggiudicò anche lo scorso anno, senza però riuscire a ripetersi alla fine del campionato, e questo deve essere un monito per i valnocini, che a dire il vero, sembrano avere qualcosa in più rispetto alla passata stagione. La capolista, per la prima volta in questa stagione, ha vinto una gara con il minimo sindacale e la resistenza del Real Metapontino è stata piegata grazie alla rete numero 19 di Lancellotti. Il podio è stato consolidato anche grazie al passo falso compiuto dal Grumentum di mister De Stefano, caduto al “Rigamonti” di Muro Lucano. La squadra di mister Limongelli è tornata a sorridere dopo 10 turni e lo ha fatto grazie alla rete di Matturro, giunta nella parte finale della gara dopo che il solito Serritella, aveva azzerato il vantaggio siglato da Piciulo. I valligiani sono stati così scavalcati in classifica dal Rotonda che, come è oramai noto, non ha potuto giocare per via della rinuncia-protesta messa in atto dall’Alto Bradano.
Continua il momento negativo per il Melfi, la squadra federiciana, che è stata sconfitta di misura a Montescaglioso, scivola a meno dieci dalla vetta e forse è giunto il momento di puntare soprattutto alla Coppa Italia per tentare l’impresa di conquistare la D da una strada diversa. Nel centro montese è stato Giasi a mandare in estasi i tifosi locali, e la rete è arrivata (45’ st) quando lo zero a zero sembrava scritto. Consolida la sua posizione in classifica la squadra di mister Martinelli ma anche quella di mister Natale, che ha rifilato un perentorio 3 a 0 alla Vultur. Gli angioini hanno fatto proprio il derby del vulture grazie alle reti del “figliol prodigo” Di Tolve, tornato alla Fides via Melfi, di Possidente e di D’Amico.
La classifica in chiave salvezza è rimasta quasi invariata anche se le vittorie della Murese e del Moliterno, hanno dato un po’ di ossigeno a queste due squadre che erano in crisi. Il Moliterno ha fatto sua la sfida contro il Vitalba con Niang e una sfortunata autorete di Vaccaro. Gli ospiti, tornati in partita con Grieco, non sono poi riusciti a completare la rimonta. Sul neutro di Tito è arrivata l’undicesima sconfitta stagionale per il Real Tolve, sempre ultimo della classe insieme al Latronico. I giallo rossi sono stati sconfitti per 3 a 1 dal Real Senise e con i sinnici che si piazzano a centro classifica. I termali invece hanno subito una pesante sconfitta a Pignola. Le sette reti dello Sporting Pignola portano la firma di D’Andrea, a segno con una tripletta, di Cocina, che aveva dato il via alla vittoria, di Di Lucchio, M. Marra e Ielpo.
Nonostante le temperature miti, la giornata è stata abbastanza calda dal punto di vista delle marcature, difatti di reti ne sono state messe a segno 25, qualcosa in più rispetto alla media giornaliera stagionale che è pari a 22,5. Il bottino stagionale sale a quota 360 e con gli attaccanti della Soccer Lagonegro sempre “azionisti di maggioranza”. I valnocini hanno messo a segno 46 reti e a referto ci sono andati in tutto otto giocatori. L’attacco più asfittico resta quello dell’Alto Bradano (6). Due sono le difese meno battute, Melfi e Rotonda hanno subito 11 reti e si contrappongono a quella del Latronico che resta la peggiore (43).
Per quanto riguarda la classifica dei marcatori, Lancellotti (19), come detto, ha firmato l’allungo sul compagno di squadra Scavone agganciato a quota 15 da Serritella. Porta bene il “cambio di maglia”, dopo Mastroberti, a segno all’esordio con la maglia del Melfi (domenica scorsa), a segno ci è andato anche Di Tolve con quella della Fides Scalera. Terza domenica di fila per gli attaccanti del Real Metapontino, che hanno subito la prima rete dopo 360’. Curiosità riguarda il minuto dei gol subiti, al 16’ del secondo tempo della gara con il Lavello (12a) la difesa subì l’ultima rete, poi domenica l’imbattibilità è stata spezzata al 16’ del secondo tempo da Lancellotti. Terza domenica stagionale senza pareggi, le “X” restano a quota 27.


News Precedente
News Successiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi con * sono obbligatori