Eccellenza, il commento

33a giornata: Il RotonDa è promossa

Share this post

Mancava solo la matematica, e anche quella è arrivata, e così, dopo forse neanche sessanta secondi, il Rotonda ha ottenuto quei punti che gli permettono di tornare in Serie D dopo una ventina di anni al termine di un campionato che è stato molto interessante e che lo sarà ancora anche nei prossimi e ultimi 90’ di gioco.
Ieri però non ha festeggiato solo il Rotonda, ha festeggiato anche il Moliterno, che in rimonta ha espugnato il campo del Vitalba. Azzerate le reti di Pietragalla e Grieco, F. Marchesano e Franco, l’undici di mister Finamore ha potuto festeggiare la permanenza in Eccellenza all’ultimo assalto grazie alla rete di Picariello, che ha così scavato un solco profondo tra i valdagrini e la Murese, che nel frattempo stava soccombendo sotto i colpi di un lanciatissimo Grumentum. A fine gara a Filiano non sono mancate le polemiche, ma alla fine sono sicuramente state determinanti le motivazioni!
Restando in chiave play out, la sconfitta patita dal Real Tolve sul campo del motivatissimo Real Senise (Lavecchia, Pioggia, Ferrara e Pellegrini), che ha quasi blindato il quinto posto, e la contemporanea vittoria del Latronico contro lo Sporting Pignola, tiene in corsa per un miglior piazzamento proprio i termali, che si sono avvicinati alla Vultur, che al “Corona” ha conquistato un punticino che alla fine potrebbe valere tanto. La Murese, dopo il cappotto di Viggiano, si giocherà il tutto per tutto domenica prossima al “Rigamonti” contro il Real Metapontino. Ambrosecchia (doppietta), Serritella, Ferri, Falco e Coquin i giustizieri della formazione murese. I bianco rossi alla fine potrebbero anche salvarsi direttamente se il Real Tolve, che ospiterà il Melfi, non porterà a casa l’intera posta in palio.
Saranno, i prossimi, 90’ al cardiopalma.
Tornando ai play off, l’unica posto che resta da assegnare è il secondo, che garantirebbe l’accesso diretto alla finalissima. La Soccer domenica si è imposta sul campo del Real Metapontino grazie alle reti di Nardozza, Scavone e Lancellotti (Cuccarese per gli jonici) ed ha quasi “ipotecato” l’argento anche se nel prossimo turno, contro il Real Senise, non sarà facile e il punto potrebbe non bastare perché il Grumentum, che insegue a due punti, è messo meglio nello scontro con i valnocini. A questo punto tiriamo fuori una ipotetica classifica degli ultimi dieci turni, che rende un po’ l’idea di come stanno viaggiando le squadre. Nelle ultime 10 gare hanno conquistato 25 punti il Rotonda, il Grumentum e il Real Senise e i numeri non mentono, sono dati di fatto oggettivi e insindacabili.
Al “Valerio” il Montescaglioso, che domenica prossima sarà a riposo, si è congedato con una sconfitta (Saurino, doppietta, Moldovan e Salvia), l’attuale settimo posto dei montesi è un ottimo risultato anche in virtù del fatto che la squadra di mister Martinelli si è resa valida antagonista delle big del torneo.
Rispetto agli stessi turni dell’andata, volendo tenere in considerazione solo il girone di ritorno, il Rotonda sarebbe comunque primo (40), alle sue spalle Melfi e Grumentum, appaiate a quota 34, così come appaiate a quota 33 Soccer Lagonegro e Real Senise.
I numeri della giornata dicono che solo una gara è terminata in parità e per la Vultur è stato anche il primo zero a zero stagionale, poi sono state registrate 4 vittorie interne, nel computo totale Rotonda e Melfi ne hanno collezionate 13 dall’inizio della stagione, tre le vittorie esterne con il Rotonda che ne ha collezionate 12.
Con il tre a zero a tavolino che sarà assegnato al Rotonda, le reti della penultima giornata sono 29 e con il bottino stagionale che sale a quota 794. Ventisette di queste assegnate dalla Giustizia Sportiva. Miglior attacco resta sempre quello della Soccer (99) così come la difesa del Rotonda resta la meno battuta (22).
Nella classifica dei marcatori botta e risposta tra i compagni di squadra Scavone (34) e Lancellotti (33), mentre Serritella ha consolidato il terzo posto (26).